Quando la tecnologia ruba il posto all’immaginazione

A cura della Dott.ssa Raffaella Striani

Vedere oltre oggi si può. La scoperta di poteri paranormali? Nuovi occhiali speciali a raggi X?

Ultimate-guide-mobile-elearningNiente di tutto questo, si tratta semplicemente di un altro passo avanti nella tecnologia Android, la quale pare proprio non porsi alcun limite. Dal telefono fisso al mobile per arrivare al touch-screen, chi l’avrebbe mai detto che con il cellulare la semplice telefonata sarebbe diventata quasi obsoleta. Quasi ai limiti della dipendenza, ormai con il cellulare si convive gran parte della giornata. Proprio nel campo della telefonia mobile, anno dopo anno si ha assistito ad un’evoluzione tecnologica senza eguali. Sono bastati pochi decenni (risale al 1973 la prima chiamata effettuata dal un cellulare) e, quasi al pari di un computer, in pochissimo tempo con il cellulare si è arrivati a navigare sul web, scattare fotografie con il massimo della risoluzione con una panoramica di 360°, gestire la propria posta elettronica, lavorare con i software più aggiornati, senza poi trascurare il tempo libero, in cui giocare, leggere libri o addirittura vedere film e programmi TV quando e dove si vuole, è diventata ormai una routine. E semmai qualcuno avesse pensato che tutto il possibile fosse stato ormai raggiunto, Android ha dato una svolta, perché Continua a leggere

Annunci

Così l’Europa dice: “largo ai giovani”.

A cura della Dott.ssa Raffaella Striani

30699428_mTEMPO“I Piani operativi POR e PON del Fondo sociale europeo (FSE) e del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), rientranti nella programmazione dei fondi strutturali europei 2014/2020, si intendono estesi anche ai liberi professionisti, in quanto equiparati alle piccole e medie imprese come esercenti attività economica, (…) ed espressamente individuati, dalle Linee d’azione per le libere professioni del Piano d’azione imprenditorialità 2020, come destinatari a tutti gli effetti dei fondi europei stanziati fino al 2020, sia diretti che erogati tramite Stati e regioni”.

Leggi l’articolo completo

Avvocati: in G.U. l’elenco dei professionisti con i quali potranno associarsi

A cura dell’Avv. Valeria Zeppilli

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica del primo marzo scorso è stato finalmente pubblicato il tanto atteso decreto con il quale il Ministero della Giustizia ha individuato le categorie 15220825_sprofessionali che, in forza delle previsioni della legge professionale forense, possono associarsi con i legali per fornire ai clienti prestazioni di maggiore qualità. Il decreto, che più precisamente è il numero 23 del 4 febbraio 2016, prende le mosse da una disposizione che iniziava oramai ad essere un po’ risalente nel tempo.

A prevedere in maniera innovativa per gli avvocati la possibilità di associarsi con altri professionisti è, infatti, l’articolo 4 della legge numero 247 del 31 dicembre 2012, legge che ha dettato la nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense.

Più nel dettaglio, tale articolo, al primo comma sancisce che la professione forense può essere esercitata non solo individualmente ma anche con la partecipazione ad associazioni tra avvocati, fermo restando che l’incarico è sempre di carattere personale e che Continua a leggere