Quando la tecnologia ruba il posto all’immaginazione

A cura della Dott.ssa Raffaella Striani

Vedere oltre oggi si può. La scoperta di poteri paranormali? Nuovi occhiali speciali a raggi X?

Ultimate-guide-mobile-elearningNiente di tutto questo, si tratta semplicemente di un altro passo avanti nella tecnologia Android, la quale pare proprio non porsi alcun limite. Dal telefono fisso al mobile per arrivare al touch-screen, chi l’avrebbe mai detto che con il cellulare la semplice telefonata sarebbe diventata quasi obsoleta. Quasi ai limiti della dipendenza, ormai con il cellulare si convive gran parte della giornata. Proprio nel campo della telefonia mobile, anno dopo anno si ha assistito ad un’evoluzione tecnologica senza eguali. Sono bastati pochi decenni (risale al 1973 la prima chiamata effettuata dal un cellulare) e, quasi al pari di un computer, in pochissimo tempo con il cellulare si è arrivati a navigare sul web, scattare fotografie con il massimo della risoluzione con una panoramica di 360°, gestire la propria posta elettronica, lavorare con i software più aggiornati, senza poi trascurare il tempo libero, in cui giocare, leggere libri o addirittura vedere film e programmi TV quando e dove si vuole, è diventata ormai una routine. E semmai qualcuno avesse pensato che tutto il possibile fosse stato ormai raggiunto, Android ha dato una svolta, perché ora, per la prima volta, con il cellulare si può addirittura “vedere” il calore. Non è una semplice App da installare, né un accessorio da connettere, ma un vero e proprio smartphone con termocamera integrata, il cellulare che ogni tecnico esperto del settore dovrebbe avere nella sua “tasca” degli attrezzi. Si chiama Caterpillar Cat S60 e ha fatto il suo debutto a Barcellona al Mobile World Congress 2016. Proprio in questa occasione è stato annunciato che Bullitt Group, licenziatario globale per Caterpillar, produttore leader degli smartphones “rugged”, ha integrato Cat S60 con la microcamera Flir Lepton®, realizzando l’unico smartphone al mondo capace di misurare a distanza la temperatura delle superfici con una precisione pari a 0.1°C fino a 30 metri di distanza, in un range di misura tra 0°C e 100°C. Una tecnica analitica, quale è la termografia, che prima apparteneva solo al modo scientifico e che sfruttava la sensibilità di opportuni sensori capaci di rilevare le radiazioni infrarosse (IR) emesse dai corpi, oggi entra a far parte dell’uso comune poiché chiunque può dotarsene. Come una vera termocamera, ma con un ingombro fisico significativamente inferiore, si possono ottenere le cosiddette mappe di temperatura dell’oggetto o della superficie che si sta inquadrando con la possibilità di esaminare, così, l’efficienza termica degli edifici. Rilevare il calore disperso intorno a porte e finestre o eventuali perdite di umidità nelle murature o fenomeni di surriscaldamento dovuto ad elettrodomestici, infatti, è la grande capacità di questo singolare strumento. Non solo, sfruttando la sensibilità ai raggi IR della microcamera Flir Lepton®, addirittura sarà possibile fare delle riprese ed acquisire immagini al buio superando i limiti dell’occhio umano, con un’importante utilità anche nel campo investigativo. “Flir è un precursore nella riduzione significativa di dimensioni, peso, consumo e costo delle termocamere e Cat S60 rappresenta un’ulteriore applicazione della nostra tecnologia rivolgendosi ad una nuova fascia di utenza” ha dichiarato Andy Teich, Presidente e CEO di Flir. Cat S60 è una vera e propria termocamera prêt-à-porter, quindi, compatta, leggera e maneggevole, adatta agli esperti del mestiere, quali ingegneri, architetti, costruttori, elettricisti e non solo, ai quali basterà solo inquadrare la superficie da indagare con la fotocamera del device per avere un’analisi termica dettagliata ed immagini altamente risolute, grazie alla tecnologia brevettata Flir MSX, che sovrappone l’immagine visiva e l’immagine termica, cogliendone ogni dettaglio. “L’innovazione è essenziale per distinguersi nel mercato della telefonia mobile; il Cat S60 rappresenta una pietra miliare per gli smartphones” ha dichiarato Peter Stephen, CEO di Bullitt Group, il quale ha aggiunto: “siamo entusiasti di offrire la tecnologia termografica agli utilizzatori di telefoni Cat e di scoprire la miriade di vantaggi, in termini di tempo ed efficienza, di cui potranno giovare”. Display da 4.7”
touch-screen con alta sensibilità anche in caso di mani bagnate o uso di guanti, risoluzione HD (1280 x720pixel) con schermo Corning Gorilla Glass 4, come tutta la linea dei Cat Phones “rugged”, anche Cat S60 è uno smartphone indistruttibile, ideale ad essere utilizzato nei luoghi di cantiere. La certificazione MIL-STD810G, Enviromental Engineering Considerations and Laboratory Tests, infatti, lo attesta resistente a sali, polveri, umidità, pioggia, vibrazioni, radiazioni solari, trasporto e shock termici. Potetti dalla resistentissima scocca, realizzata in acciaio Inox pressofuso con inserti in fibra di carbonio, i sofisticati componenti interni del dispositivo sono totalmente incolumi da cadute fino a 1.8 metri di altezza e offrono la possibilità di essere utilizzati anche per applicazioni nel mondo subacqueo grazie alla loro resistenza ad immersione totale in acqua fino a 5 metri di profondità per un’ora di tempo. Ovviamente, non bisogna dimenticare che
Cat S60 è uno smarthphone Android e, in quanto tale, è capace di svolgere le regolari funzioni di un comune cellulare, con slot per nanoSIM, GPS integrato, messaggeria (SMS, MMS, Email), Bluetooth v4.1, FM radio, porta microUSB v2.0, visualizzatore di documenti e photo/video editor, è dotato di una batteria fissa Li-Ion 3800mAh, processore Qualcomm Snapdragon 617 con CPU Octa-core da 1.5 GHz e memoria pari a 3 GB di RAM e 32 GB di storage ROM, eventualmente espandibili con microSD fino a 128 GB. Cat S60 è provvisto, inoltre, di modem 4G, fotocamera posteriore da 13 megapixel e fotocamera frontale da 5 megapixel, nonché dell’ultimo aggiornamento del sistema operativo Android Marshmallow (v6.0), che garantisce un efficiente risparmio energetico per le attività principali e tasto SOS, per lanciare segnali di soccorso in casi di emergenza. In breve, è come avere due smartphones in uno, con una combinazione innovativa delle attività lavorative con quelle private. A Giugno 2016 è previsto l’ingresso di Cat S60 nel mercato italiano, con un carattere assolutamente concorrenziale rispetto ai “tradizionali” smartphones, si
parla, infatti, di un prezzo di lancio pari a 649 €. Mancano ormai pochi giorni alla sua prima uscita. Sicuramente con questi presupposti il non passerà inosservato, tuttavia, non resta che aspettare, mettere alla prova questo promettente dispositivo, e, come sempre, l’ ultima parola sarà quella degli utenti, unici fruitori e interpreti della qualità e dell’innovazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...