Avvocati: in G.U. l’elenco dei professionisti con i quali potranno associarsi

A cura dell’Avv. Valeria Zeppilli

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica del primo marzo scorso è stato finalmente pubblicato il tanto atteso decreto con il quale il Ministero della Giustizia ha individuato le categorie 15220825_sprofessionali che, in forza delle previsioni della legge professionale forense, possono associarsi con i legali per fornire ai clienti prestazioni di maggiore qualità. Il decreto, che più precisamente è il numero 23 del 4 febbraio 2016, prende le mosse da una disposizione che iniziava oramai ad essere un po’ risalente nel tempo.

A prevedere in maniera innovativa per gli avvocati la possibilità di associarsi con altri professionisti è, infatti, l’articolo 4 della legge numero 247 del 31 dicembre 2012, legge che ha dettato la nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense.

Più nel dettaglio, tale articolo, al primo comma sancisce che la professione forense può essere esercitata non solo individualmente ma anche con la partecipazione ad associazioni tra avvocati, fermo restando che l’incarico è sempre di carattere personale e che Continua a leggere

Annunci

Processo civile, ecco la riforma

A cura della Dott.ssa Marina Crisafi

In allegato il testo del disegno di legge e gli emendamenti approvati dalla Commissione Giustizia della Camera.

avvocato-penalista-bologna-3Offerta di giustizia specializzata, accelerazione dei tempi del processo civile grazie alla semplificazione dei riti e alla sinteticità degli atti, più spazio agli avvocati in materia di lavoro, ma anche incentivi ai tribunali più virtuosi che riescono a smaltire le pendenze civili più arretrate e riordino delle norme sul processo civile telematico. Sono queste le linee direttrici lungo le quali si sviluppa la nuova, ennesima, riforma del processo civile che ha ricevuto nei giorni scorsi il primo sì da parte della Commissione Giustizia della Camera ed è stato inviato alle altre commissioni interessate per i relativi pareri.

A un anno esatto dal suo incardinamento, il disegno di legge contenente la delega al Governo per l’efficienza del processo civile, nel testo interamente riscritto dalla commissione, è pronto, quindi, ad approdare in aula per l’esame parlamentare.

Ecco, i punti salienti della riforma:

Il tribunale della famiglia e l’addio al tribunale per i minori

L’offerta di una giustizia maggiormente specializzata è uno dei punti cardine del ddl che mira sia ad ampliare le competenze dei tribunali delle imprese Continua a leggere